La bambina che non c’è

Tutti i pomeriggi Angela disobbediva al padre: si avvicinava alla finestra e sbirciava tra le tendine di tessuto pesante. Guardava i bambini che giocavano nel cortile sotto casa. C’erano: Paolo, Giorgio, Clara, Stefano, Sara e anche la piccola Anna che camminava appena. In realtà non li conosceva se non attraverso il vetro della finestra del … Continua a leggere La bambina che non c’è

La ragnatela

Siamo sedute sul sedile posteriore del taxi. Tu, con le labbra tese e gli occhi spaesati, osservi le gocce di pioggia che scivolano sul vetro e con l’indice della mano sinistra tenti di deviarne il percorso. Sussulti a ogni rumore per poi tornare composta e silenziosa. Le mie parole restano solo pensieri. I sensi di … Continua a leggere La ragnatela

La testa affollata

Fiammetta non era mai sola, nemmeno la notte. Aveva degli amici che quando non li vedeva li sentiva. Ogni volta che tentava di metterli a tacere loro si arrabbiavano e per dispetto facevano ancora più rumore e spesso irrompevano all’improvviso solo per il gusto di infastidirla; a volte nel bel mezzo di una verifica o … Continua a leggere La testa affollata

Il giudice non sa

La bambina entrò a passi incerti nell’austero ufficio della madre superiora, si accartocciò sulla poltrona di velluto verde e, a testa bassa, restò in silenzio. «Anna, ti ho fatta venire qui per dirti una cosa molto importante, una cosa che cambierà il tuo futuro», le disse la suora allargando le labbra sottili sino a gonfiare … Continua a leggere Il giudice non sa

Buon San Valentino

Il cellulare vibra insistente nella mia tasca. Senza guardare il display infilo il telefono tra la spalla e l'orecchio mentre con la mano destra spingo il carrello e con la sinistra reggo la lista della spesa cercando di orientarmi tra le corsie affollate dai soliti ritardatari come me. “Pronto”, rispondo secca. “Scusi, chi parla? Come? … Continua a leggere Buon San Valentino

La borsa

"Cazzo! Giuro che questa è l'ultima volta, non voglio più farlo, non posso più vivere così", gli dico mentre a passi lenti lo raggiungo. "Muoviti! Monta dietro e togliamoci il pensiero, gli scrupoli a dopo, ora ci servono i soldi o la sai come andrà a finire".  Mi urla dalla strada guardandosi intorno. Come un … Continua a leggere La borsa

Il cartellino rosso

Dai, non fare quella faccia che quando sorridi sei così bella! Vieni a sederti qui, vicino a me e teniamoci la mano come facevamo da ragazzine per darci coraggio. La tua presenza indebolisce il dolore e la paura, sei meglio della morfina che certo aiuta, ma toglie la lucidità di cui ora ho bisogno. I  tuoi … Continua a leggere Il cartellino rosso

Recensione a cura del Blog Letterario “Les fleurs du mal”

“Via da lei” di Roberta de Polo, Scatole Parlanti. A cura di Raffaella Francesca Carretto 4 GIUGNO 2020 / ALESSANDRA MICHELI Via da lei è un romanzo di narrativa che ci avvicina al difficile vissuto di Astrid, una ragazza che cresce con una visione del mondo genitoriale, e in particolare il rapporto madre-figlia, che trascende dal rapporto amorevole col … Continua a leggere Recensione a cura del Blog Letterario “Les fleurs du mal”

SPIATA (Racconto breve)

  "Giò, mentre scendi, controlla se c'è posta!", mi urla mia madre dal bagno. "Dai mamma, tutte le mattine la stessa storia! Tanto non ci scrive mai nessuno e poi oggi vado di fretta, tra un'ora ho l'esame di biologia", rispondo già sull'uscio. "Tu guardaci lo stesso e ricordati la spazzatura!". "Che palle! Lei e … Continua a leggere SPIATA (Racconto breve)