La sorpresa (Il sogno di Emma in pillole)

Finalmente arrivarono le attese vacanze natalizie, era l'ultimo giorno di lavoro, le consegne erano andate tutte a buon fine, grazie agli straordinari di Emma, le ragazze erano in fermento e facevano progetti. "Tu che farai Anna?", chiese Irma. "Trascorrerò il Natale in famiglia ma udite, udite, il capodanno ho avuto il permesso di andare a … Continua a leggere La sorpresa (Il sogno di Emma in pillole)

Odio l’estate.

Sarò impopolare, ma dichiaro apertamente e senza alcun dubbio che vorrei sopprimemere l'estate. Se potessi la bandirei dal calendario e passerei direttamente all'autunno, mese che mi è sicuramente più congeniale e preludio di progetti da realizzare. Nei mesi estivi, oltre a essere accaldata, appiccicata, sfinita già di prima mattina, mi sento  "sospesa", decisioni, idee, sono … Continua a leggere Odio l’estate.

Un nuovo obiettivo

"Allora Carlo, di cosa avete parlato?", chiese la madre, curiosa e un po' gelosa di quella loro complicità. "Niente Angela, nulla di importante, ora sono stanco e vado a dormire. Vieni anche tu?". "Certo, certo, cambia discorso, tanto lo so che Emma si confida solo con te. A me chiede solo i soldi". Il marito … Continua a leggere Un nuovo obiettivo

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum “Il sogno di Emma”

L'indomani Emma si svegliò piena di energia, tutte le sue fantasie si erano dissolte nel sonno ed era pronta ad affrontare una nuova giornata. Fece colazione, salutò con un fugace bacio la madre, un abbraccio caloroso al papà e via, sempre di corsa per non perdere il tram, voleva essere puntuale. A dire il vero … Continua a leggere Errare humanum est, perseverare autem diabolicum “Il sogno di Emma”

Senti le farfalle nello stomaco?

Quella sera non chiusi occhio, mi giravo e rigiravo tra le lenzuola di lino leggero fino a ritrovarmi prigioniera nel mio bozzolo. Avvertivo un'insolita agitazione, la mente vagava tra le nuvole della notte e sembrava non trovare una sua collocazione. Non era proprio da me lasciarmi trascinare in un tale vortice di emozioni, io, così … Continua a leggere Senti le farfalle nello stomaco?

L’arte del consigliare

  "Ti consiglio di..." quante volte mi è stato detto da amici, conoscenti o addirittura da estranei? Già, sono tutti bravi a dispensare pillole di saggezza a chicchessia e vorrei sapere come mai,  per quale fortuita coincidenza, tutti hanno vissuto la stessa esperienza o hanno conosciuto qualcuno che ci è passato e quindi, perchè non … Continua a leggere L’arte del consigliare

Quando è destino è destino

    Terminata la giornata lavorativa, Emma decise di non rincasare subito, non aveva voglia di subire la madre burbera e la pasta scotta. Si addentrò nell'elegante via Della Spiga, curiosa di vedere le vetrine dei concorrenti. Camminava e osservava con occhio esperto e critico ogni singolo modello, fissava ogni dettaglio, tagli, tessuti e finanche … Continua a leggere Quando è destino è destino

Due e più… chiacchiere fra amiche!

Quello che le amiche fanno più spesso, e sanno fare meglio, è chiacchierare. Le telefonate fra amiche sono differenti da tutte le altre. Prima di chiamare un'amica, si sbriga tutto il resto, per essere sicure che niente e nessuno ci disturberà. Ci si mette comode, con le gambe sollevate, magari ancora in mutande e con … Continua a leggere Due e più… chiacchiere fra amiche!

Preoccuparsi

  La prima volta che ti ho visto ti ho riconosciuto dall'odore. Ti ho guardato e mi sono immamorata di te. Ti ho stretto forte tra le mie braccia e ho pensato che sarebbe stato così per sempre. Ti avrei protetto e tenuto al riparo dal mondo, bramoso di inghiottirti e farti suo. Quel mondo … Continua a leggere Preoccuparsi

Quello che mi avevano fatto credere quando ero piccola

Che se avessi  rifiutato  la minestra avrei dovuto saltare dalla finestra. Che se avessi detto le bugie  il mio naso si sarebbe allungato. Che una dolce fatina mi avrebbe lasciato una moneta sotto il cuscino ogni volta che perdevo un dentino. Che papà avesse messo un semino nella pancia di mamma e da lì ero … Continua a leggere Quello che mi avevano fatto credere quando ero piccola